Attività facoltativa, prima giornata.

Cominciata con la nostra U14 che sabato alle 17, tra le mura amiche, s’impone 21 a 14 su UR Capitolina “2”. Buone azioni di gioco, e tanta voglia di fare da parte di tutti i giocatori, con alcuni errori da entrambe le parti, logiche dal lungo periodo di sosta. Tutto sommato una splendida giornata di “normalità”, con alcune famiglie in tribuna e terzo tempo a seguire, sempre nel rispetto delle normative e del protocollo FIR.

Domenica alle 11 è stato il turno dell’U16, che affrontava le FFOO, una compagine decisamente più rodata e organizzata rispetto a noi, soprattutto nel gioco collettivo a tutto campo. Per cui dopo un primo tempo a senso unico finito 7-42, i tecnici hanno accordato di scambiarsi i giocatori per un confronto costruttivo per tutti!

Per l’U18, di turno sempre domenica alle ore 11 allo Iacoboni di Rieti contro i Reathyrus, è stata invece una giornata di confronto, con una partita adattata al numero di giocatori messa a disposizione dalla squadra ospitante. Ottimo quanto espresso in campo dai nostri giovani, che praticamente hanno dominato l’incontro giocato a 10 per parte.

Lions Seniores: partita disputata alle 17 sempre allo Icoboni di Rieti contro i Reathyrus con un risultato che lascia l’amaro in bocca: partita dai due volti, quattro tempi da 20′ con tanti capovolgimenti nel risultato, dove i padroni di casa si dimostrano, fin dalle prime battute, molto aggressivi su tutti i raggruppamenti (il che li porta a commettere anche tanti falli), ma dopo 15′ sono sul 10-0. I Lions concretizzano poco nonostante i vari tentativi e la discreta occupazione territoriale in campo avversario, calcio di punizione a favore e Fabbri trasforma, 10-3. Ancora qualche disattenzione difensiva e si va sul 17-3. Alla ripartenza, d’intercetto, Stefano Bocchino segna la prima meta Lions 17-10. Reathyrus reagisce e segna ancora sulla bandierina, dopo una buona azione collettiva da rimessa laterale ed è 22-10. Dal 40′ al 65′ la squadra di casa sembra spegnersi sempre di più, i Lions diventano più aggressivi sui punti d’incontro e sui contrasti, il pacchetto di mischia s’impone, ed è così che con costante pressione ed efficacia si portano 22-29 a quindici minuti dalla fine. Al 68′ subentrano forze “fresche” dalla panchina Lions, che dovrebbero dare un’ulteriore spinta a quanto già fatto di buono e finire il match nei migliori dei modi, ma gli avversari sono tosti e reagiscono con carattere, avvicinandosi a 10′ dalla fine 27-29, per poi nei minuti finali realizzare un’altra meta ed un calcio di punizione. Finisce 37-29 per i padroni di casa.

Risultato appunto amaro, con tanto da lavorare sul piano tattico e strategico, ma ottima risposta fisica dai nostri e buona reazione a quanto non visto due settimane fa in termini di disciplina.

Formazione: Crinò, Fantera, Morgantini; Bocchino, Basili; Fabbri, Cavalieri; Santucci (C), Petroni, Verginelli; Casasole, Sansone; Rossi, Lanzi, Desana. Riserve: Ferrilli, Foffi, Lemasson, Spalletti, Ricci.